Quale futuro per via Conciliazione?

Dicembre 20, 2018 0 Di Redazione

Bocciata nel consiglio comunale di martedì sera la mozione dell’ex sindaco Vito Bellomo sulla necessità di rendere definitivo il senso unico di Via Conciliazione. Pd e Rinascimento melegnanese hanno infatti votato contro. La reazione di Bellomo non si è fatta attendere: <Sono passati ormai due anni (la sperimentazione prese il via nel settembre del 2016, ndr) durante i quali l’introduzione del senso unico è stato più che positivo, soprattutto per i pedoni, le mamme con le carrozzine, gli anziani e i disabili che possono camminare in tutta tranquillità – sostiene il consigliere di Forza Italia – però ora serve mettere in sicurezza tutta la via con la rimozione dei manufatti e la realizzazione di un marciapiede, perché, soprattutto nei giorni di mercato, esistono dei pericoli>. Di contro il sindaco Rodolfo Bertoli sostiene: <Nei primi mesi del 2019 ci sarà una revisione complessiva della viabilità locale con la redazione del Paino urbano entro la quale si discuterà anche di via Conciliazione. L’idea è quella di riqualificare oltre alle piazze centrali anche i tratti della via Emilia e viale della Repubblica per favorire la mobilità ciclo-pedonale>. Non ne è convinto l’esponente di Sinistra per Melegnano, Pietro Mezzi: <Per redigere il Piano urbano servo tempi lunghi, addirittura anni, per cui noi proponiamo il ritorno al doppio senso, preceduto però da una riconfigurazione di via Conciliazione, eliminando gli stalli di sosta, oltre a moderare le velocità delle auto a 15-20 chilometri orari, proprio per garantire la convivenza tra pedoni e auto>.  

Condividi