Attenzione alla truffa del vestito sporco

Attenzione alla truffa del vestito sporco

Ottobre 24, 2019 0 Di Redazione

Uomo, tra i trenta e i quarant’anni, italiano con accento meridionale, capelli scuri, porta un cappello da baseball e abiti neri. Questa la descrizione che alcuni cittadini hanno fornito della persona che in questi giorni, tra il cimitero di Melegnano e la centralissima via Dezza, sta commettendo diversi tentativi di furto ai danni degli ignari passanti. È accaduto anche nella mattinata di mercoledì 23 ottobre 2019, intorno alle 11.00, proprio davanti alle vetrine dell’ex negozio di abbigliamento Bertolazzi a un signore di settantacinque anni, al quale lo scippatore ha tentato di strappare una catenina dal collo. La tecnica utilizzata non è nuova, ma a quanto pare sempre piuttosto efficace: il rapinatore porta con sé una busta di plastica piena di tovaglioli di carta, si posiziona alle spalle della persona scelta come vittima e le spruzza un liquido sulla testa e i vestiti. Si tratta di una sostanza marrone che profuma vagamente di liquirizia. Poi si avvicina con la scusa di aiutare la persona a pulirsi e mentre la distrae con questo espediente compie il furto. Non è il primo caso in città in pieno giorno, per fortuna in altre occasioni non è riuscito nella sua “impresa”. Il fatto è già stato denunciato alla Polizia Locale e portato a conoscenza dei cittadini sui social network e tramite passaparola.

Resta comunque il fatto che si tratti dell’ennesimo brutto episodio in una città in cui stanno tornando prepotentemente all’ordine del giorno situazioni preoccupanti come gli atti di vandalismo, i ritrovamenti di siringhe abbandonate e simili che richiederebbero forse un presidio maggiore del territorio durante il giorno. La videosorveglianza è certamente utile, ma probabilmente sarebbero più utili i controlli delle Forze dell’Ordine.

Elisa Barchetta

Condividi