Fuori Dentro Bookcity 2019: spazio a sei autori locali grazie a “Il Vuoto Pieno”

Fuori Dentro Bookcity 2019: spazio a sei autori locali grazie a “Il Vuoto Pieno”

11 Novembre, 2019 0 Di Redazione

Due presentazioni a ingresso gratuito presso la Palazzina Trombini

Si svolgeranno nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 novembre presso la Palazzina Trombini di via Medici, 8 due eventi presentati dall’associazione culturale “Il Vuoto Pieno” – per la direzione artistica di Simona Romeo Di Vita e dell’autrice Morgane Mentil – all’interno della manifestazione Fuori Dentro Boocity 2019 organizzata dalla Biblioteca di Melegnano.

Sei autori esordienti o emergenti del territorio, presenteranno i loro libri, selezionati dall’associazione, in due veri e propri “viaggi”; il primo dolce-amaro, il secondo distopico:

Sabato 16 novembre 2019 ore 20.30

Viaggio Dolce-Amaro

Giampiero Curti con il suo “Pioggia”, Roberto Ottonelli con “Il Diavolo Dentro” e Anna Rigamonti con “Piume & Stelle” attraverso le loro diverse forme narrative, porteranno i presenti alla scoperta di sé e del mondo: un viaggio dolce-amaro, appunto, fatto di bellezza e momenti bui come in fondo è la vita.

Gli autori saranno introdotti da Cristian Di Vita e intervistati dalla giornalista Elisa Barchetta. Interverranno inoltre al psicologa Maria De Giacomo e la giornalista Barbara Sanaldi, seguirà firma copie e rinfresco. 

Domenica 17 novembre 2019 ore 16.30

Distopia – Back to the Future

Riccardo Lamperti con “George H”, Morgane Mentil con “La Scelta” e Alvise Pozzi con il suo “Boom. Il miracolo economico nella Commedia all’italiana” condurranno in un viaggio che a partire dal boom degli anni Cinquanta e Sessanta, quale sguardo sul passato, proietterà verso un futuro che potrebbe essere anche apocalittico. La distopia, infatti, altro non è che la descrizione di una società indesiderabile e spaventosa in cui nessuno vorrebbe vivere e proprio per questo fa riflettere sulla contemporaneità anche denunciando certi aspetti del presente. Del resto lo stesso Pier Paolo Pasolini descriveva il suo periodo storico come preludio di un futuro catastrofico.

Gli autori saranno introdotti da Cristian Di Vita e intervistati dalla giornalista Barbara Sanaldi. Interverranno inoltre al psicologa Silvia Ruggero e la giornalista Elisa Barchetta, seguirà firma copie e rinfresco. 

Perché «la cultura è un diritto e un dovere» e la si può trovare anche fra nomi sconosciuti ai più.

Elisa Barchetta

Condividi