Finisce l’Unione dell’Addetta Sud-Est Milano

Finisce l’Unione dell’Addetta Sud-Est Milano

28 Novembre, 2019 0 Di Redazione

Dicembre 2019 sarà l’ultimo mese di vita per l’Unione Intercomunale  dell’Addetta-Sud Est Milano, l’ente creato nel territorio di Melegnano, dai municipi di Vizzolo Predabissi, Colturano e Dresano. I consigli comunali di Vizzolo e Colturano e successivamente il consiglio intercomunale dell’Addetta (giacchè per quattro anni è esistito anche quest’ultimo) hanno stabilito di nominare un commissario liquidatore, per un compenso totale di 6500 euro ripartiti su due centri, in modo da gestire la fase di transizione verso la completa estinzione di questo tentativo di fare un passo verso il “comune unico” dell’area melegnanese. L’atto di nascita dell’Unione fu firmato ad inizio 2016 dagli allora sindaci Marilena Dosi (Colturano), Vito Penta (Dresano) e Mario Mazza (Vizzolo Predabissi). Tre giunte orientate al centrosinistra; oggi in carica è rimasto il solo Penta, mentre Colturano è amministrata da una lista civica orientata al centrodestra. Per due anni le amministrazioni coinvolte hanno lavorato alla costituzione di un bilancio comune – dal quale restavano escluse le opere pubbliche pertinenza di ogni singolo centro – e allo spostamento di una parte del personale dal comune “originario” a quello confinante. L’Unione al massimo dell’estensione contava 9200 abitanti e 12 km quadrati. A giugno 2017 il primo colpo con la fuoriuscita di Dresano, che scelse di tornare ad essere autonomo. Un anno fa circa, il 30 settembre 2018, è fallito pesantemente il referendum che tentava addirittura la fusione dei due restanti in un unico municipio – si sarebbe chiamato “Vico Addetta” o “Vizzolo e Colturano”. Le decisioni più recenti cancellano l’esperimento che si avviò anche sotto il forte impulso dei decreti “SalvaItalia” del governo Monti (2012) e poi della riforma Delrio delle autonomie locali, che spingevano fortemente sulle aggregazioni. Se il tema, così affrontato, si estingue per il presenta, resta sul tavolo una tensione storica a “federare” i comuni gravitanti attorno a Melegnano: il cinquantennio dell’ospedale “melegnanese” Predabissi (in realtà costruito a Vizzolo) ce lo ricorda.

Emanuele Dolcini

Condividi