Un rave party che lascia il segno

Un rave party che lascia il segno

Febbraio 17, 2020 0 Di Redazione

Queste sono alcune delle conseguenze del rave party di sabato sera nei pressi di Mediglia. Sono arrivati in circa cinquecento da tutta Italia, molti dei quali in treno con fermata proprio alla stazione di Melegnano, da cui poi si sono diretti a piedi nell’area dell’ex tritovagliatore di Bustighera, alle porte di Mediglia. Dopo una notte di musica, salamelle e (forse) altro, hanno quindi raggiunto di nuovo domenica mattina la stazione di Melegnano per ripartire. Fin qui, a parte la totale mancanza di autorizzazioni sia da parte della proprietà della struttura, sia da parte dei Comuni interessati, tutto bene, si fa per dire. Il problema è che spesso questi ragazzi non capiscono quale sia il confine tra una festa, magari abusiva, ma pur sempre tale, e tutto il resto che li circonda. Considerando con il massimo rispetto le opere d’arte che molti di loro sono in grado di offrire attraverso graffiti e murales, non è che tutti siano disposti a farsi imbrattare le facciate delle proprie case o le auto con scritte in caratteri incomprensibili a quasi tutto il genere umano. Capita quindi, come successo ad alcuni cittadini melegnanesi, di ritrovarsi questo bel ricordo di un rave party che è proprio il caso di dirlo, ha lasciato il segno.

Andrea Grassani

Condividi