Presentato il libro “Una vita da campione (e altre storie)”, l’avventura di Mario Manera

Presentato il libro “Una vita da campione (e altre storie)”, l’avventura di Mario Manera

Ottobre 16, 2020 0 Di Redazione

Sono ancora disponibili contattando il comune di Bascapè (Pv), 0382.66012, le copie del libro “Mario Manera-Una vita da campione (e altre storie)” di Ernesto Prandi. Una storia anche melegnanese, considerando che l’ex calciatore professionista di serie A e B ha mosso i primi passi a metà degli anni Sessanta, nell’allora Melegnanese, presso il terreno di gioco storico di via Lodi all’interno dell’oratorio maschile. Mentre più avanti, verso la fine dei Settanta, molti ricordano Manera Sport in via Roma, negozio di articoli sportivi attivo diversi anni. Il racconto di Prandi, noto ricercatore e collezionista della zona melegnanese, intreccia la progressiva ascesa del calciatore bascaprino, oggi 73enne, con le trasformazioni della società italiana e i ricordi di una Bascapè e di un’Italia di mezzo secolo fa. La carriera di Manera si avvia con il K2 Caselle, poi vede le tappe di Melegnanese in Promozione e Pro Patria in serie B, quindi il passaggio in A nel Brescia, nel Cagliari di Gigi Riva l’anno dopo lo scudetto 1969/70; quindi il nuovo decennio si apre a Genova con altri rossoblu (il Genoa di Manera tornò in serie A nel ’72 dopo nove anni nei cadetti), quindi una stagione all’Atalanta e quattro fino al 1977/78 nel Piacenza, che risale dalla C alla B importando in Italia il gioco “totale” dell’Olanda di Cruijff), chiusura in D con la Pro Piacenza. Il volume è stato presentato domenica 4 ottobre all’oratorio San Michele di Bascapè di fronte a più di cento persone – tutte quelle che le regole anti-Covid permettono – con l’intervento dell’autore Ernesto Prandi, del giornalista Emanuele Dolcini, del poeta Guido Oldani e delle autorità locali cominciando dal sindaco Emanuela Curti. La musica dal vivo è stata garantita dal “With the Beatles Club” di Melegnano, associazione locale pronta a riprendere l’attività nel 2021.

Emanuele Dolcini

Condividi