Asst Melegnano, nominati tre primari e presto assunti 130 nuovi infermieri

Asst Melegnano, nominati tre primari e presto assunti 130 nuovi infermieri

Novembre 12, 2020 0 Di Redazione

In un momento così delicato di carenza del personale che affligge tutti gli ospedali italiani e di una emergenza sanitaria complessa da gestire come quella Covid, ci sono anche delle buone notizie. Oltre 1200 iscritti al concorso per infermieri della Asst Melegnano e Martesana. Concluse le prove scritte come spiega il direttore generale, Angelo Cordone: <Ora siamo entrati nel vivo degli orali e, burocrazia permettendo, puntiamo a assumere prima possibile circa 130 nuovi infermieri>. Un segnale di svolta di cui va orgoglioso lo stesso Enrico Ballerini, numero uno del Dapss e presidente della commissione esaminatrice: <Ho visto grandissimo entusiasmo e molta professionalità e competenza in tutti i candidati>. Numeri importanti che si affiancano alla nomina di tre nuovi primari, due a Vizzolo e uno a Melzo. Si tratta di Franco Viazzo nuovo primario di ginecologia e ostetricia in arrivo dal San Matteo di Pavia, di Fabio Melchiorre nuovo primario di radiologia sempre a Vizzolo proveniente dall’Asl di Vercelli dove già ricopriva il ruolo di primario. Stamattina invece la firma del direttore generale per la nomina del primario di chirurgia a Melzo, arriverà Edoardo Baldini con esperienze importanti anche Oltralpe una importante casistica operatoria ed una specializzazione anche in chirurgia vascolare che permetterà di rafforzare ancora di più il percorso di cura del piede diabetico: <Sono tre medici di altissima professionalità che daranno ancora maggiore lustro alla nostra azienda ospedaliera – sottolinea ancora Cordone – e sono stati scelti dalle commissioni esaminatrici concorsuali esclusivamente per le loro competenze. La nomina di tre professionisti di indubbio merito è motivo di orgoglio e, considerando la loro competenza e professionalità parteciperanno attivamente ad aumentare l’attrattività della nostra Asst fornendo risposte sempre più idonee alle esigenze del territorio>.

Condividi