V-day, al Niguarda i primi cinque medici di Vizzolo vaccinati

V-day, al Niguarda i primi cinque medici di Vizzolo vaccinati

Dicembre 26, 2020 0 Di Redazione

Domenica 27 dicembre è il grande giorno per l’Italia. Prende infatti il via la mega campagna vaccinale contro il Covid-19. Si parte con 1.620 dosi in 324 fiale inoculate in 14 punti del territorio regionale. Oggi sono state consegnate dalle Forze Armate all’ospedale Niguarda scelto come hub, conservate in crio box, da dove poi sono partite per le altre 11 province. Intorno alle 11 di domani mattina (domenica 27 dicembre). Tra i primi vaccinati al Niguarda ci saranno anche cinque medici dell’ospedale di Vizzolo. In Lombardia i primi vaccinati saranno i presidenti degli ordini dei medici e degli infermieri, poi i rappresentanti degli operatori socio-sanitari. E poi i medici di Medicina generale, il personale dell’emergenza urgenza e delle Rsa. Per quanto riguarda invece il personale e i sistemi informativi, per la prima fase la Regione procederà alla gestione della somministrazione attraverso proprio personale e un proprio sistema informativo. Le strutture che inizieranno per prime sono gli hub, nel corso di tre settimane. I presidi individuati per le prime vaccinazioni in Lombardia sono appunto14, tra cui l’ospedale di Codogno, di Alzano, il Papa Giovanni di Bergamo, gli Spedali Civili di Brescia, il Sant’Anna per Como, l’Asst di Cremona, l’ospedale Manzoni per Lecco, del Carlo Poma per Mantova, del Niguarda per Milano e dell’Rsa Pio Albergo Trivulzio. Tra i presidi provinciali sono stati scelti anche l’ospedale San Gerardo per la provincia di Monza e Brianza, il San Matteo per Pavia, il presidio ospedaliero di Sondrio e l’ospedale di Circolo per Varese. 

Andrea Grassani

Condividi