Dalla Lega accuse all’amministrazione comunale di Melegnano sulla gestione del cimitero

Dalla Lega accuse all’amministrazione comunale di Melegnano sulla gestione del cimitero

Gennaio 21, 2021 0 Di Redazione

Con una nota diffusa a mezzo stampa, il referente Lega Sud Est Milanese Cristiano Vailati e il Capogruppo Lega Enrico Lupini accusano l’amministrazione comunale sulla gestione del cimitero. Questo il testo della nota che riportiamo integralmente, restando a disposizioni per eventuali repliche

<Nel mese di novembre 2020 abbiamo presentato in consiglio comunale un’interpellanza e un’interrogazione riguardanti le problematiche del cimitero di Melegnano a cui abbiamo ricevuto risposta un paio di settimane fa. L’interpellanza del 26 novembre aveva come oggetto la costruzione di nuovi loculi presso il cimitero vista l’ormai assenza di loculi per l’inumazione dei defunti. Un problema molto grave, soprattutto in questo periodo pandemico, che purtroppo ha portato nel 2020 un incremento dei decessi di nostri concittadini, e che ha generato ulteriori problemi ai melegnanesi già alle prese con la perdita di un proprio caro. La totale assenza di loculi sia per le salme, ma anche per le urne di chi ormai ha preferito la pratica della cremazione, è inaccettabile. Una corretta gestione cimiteriale è fondamentale per garantire un servizio efficiente alla cittadinanza, e questo l’amministrazione Bertoli non lo ha garantito con la conferma che arriva dalla stessa assessore Ravarini che nella sua “non” risposta scrive che il “progetto esecutivo per la costruzione di un nuovo lotto sarà definito a breve”. L’interrogazione del 3 novembre 2020 aveva invece come oggetto il degrado sempre del cimitero di Melegnano e del parcheggio antistante e anche in questo caso ci siamo trovati di fronte a una risposta totalmente inadeguata da parte dell’assessore Ravarini, che ha pensato bene di rispondere principalmente al parroco di Melegnano, Don Mauro Colombo, reo solamente di aver scritto un editoriale sul settimanale “Il Carmine” dove lanciava un appello per la cura del nostro cimitero, e che avevamo solamente citato nella nostra interrogazione.

Una risposta, quella dell’assessore, totalmente errata e probabilmente scritta da chi non vive la città e non frequenta il cimitero locale, una risposta dove perde tempo a ribadire la laicità del cimitero di Melegnano ma non tiene minimamente in considerazione la sacralità del luogo, tant’è che nega ogni nostra segnalazione. Un cimitero e un parcheggio che sono alla vista di tutti, escrementi di conigli ovunque, tombe prese d’assalto, fiori rubati, chiusini che stanno cedendo e che mettono in serio pericolo i visitatori per lo più anziani, degrado ovunque e spazi adibiti addirittura a cantiere edile che nulla hanno a che fare con il cimitero, ponteggi abbandonati da oltre un decennio sulla facciata delle cappelle gentilizie, tombini che stanno sprofondando, senza contare lo stato di degrado del parcheggio antistante dove troviamo l’arredo urbano ormai inglobato nella vegetazione e decine di crateri rimasti aperti anche dopo gli interventi, tanto decantati dall’assessore Ravarini, del dicembre 2020. Questa purtroppo è l’amministrazione Bertoli a guida Pd, un’amministrazione arrogante e totalmente estranea alla vita della città e che ci auguriamo possa andare a casa nel più breve tempo possibile>.

                    

Condividi