Real Melegnano: sono quattro anni che aspettiamo i lavori

Real Melegnano: sono quattro anni che aspettiamo i lavori

Febbraio 4, 2021 0 Di Redazione

Riceviamo e pubblichiamo una lettera del presidente del Real Melegnano, Giorgio Tagliabue sullo stato dei lavori del centro sportivo di via per Landriano

E con la chiusura del 2020 sono trascorsi esattamente quattro anni da quella sera del 13 dicembre 2016, giorno della festa di Natale della società Real Melegnano, durante la quale avveniva la presentazione della riqualificazione del centro sportivo di via per Landriano alla presenza dell’amministrazione comunale. Promesse, cui hanno fatto seguito riunioni con sindaco e assessori vari, ufficio tecnico, poi i relativi stanziamenti, approvazioni in non so quanti consigli comunali, bilancio e poi? Semplicemente il nulla, con la nostra società sempre pronta a informare genitori e atleti sulla presunta fatidica e mai avvenuta data inizio lavori, ovviamente sempre con informazioni e rassicurazioni avute dall’amministrazione con tanto di nostre dichiarazioni sui social e stampa attraverso iniziative congiunte con la stessa amministrazione. Tra slittamenti e dichiarazioni vaghe che hanno fatto emergere inevitabili figuracce con i genitori perché la società è passata come imbonitrice di qualcosa che non esisteva, insomma una vera vergogna. Da presidente sono amareggiato, sfiduciato, deluso e ovviamente arrabbiato perché non è ammissibile che un investimento di neanche 200mila euro, per altro già definito e stanziato, puntualmente sparisca. A tutt’oggi l’amministrazione comunale sembra dispersa, non ho mai ricevuto una telefonata dal nostro sindaco, ma solo mezze notizie arrivate ad alcuni componenti del direttivo. Io che ho sponsorizzato da sempre che il tutto si realizzasse, mi sento ora inerme e ancora sono costretto a chiedere scusa a tutti perché comunque ho sempre agito in buona fede senza prendere iniziative personali che non mi competono.

La verità è che abbiamo un centro sportivo completamente inadatto per la città dove devono giocare bambini e ragazzi in un ambiente vetusto e inagibile e se siamo ancora qui è solo perché possiamo contare su dei veri e propri angeli che da anni (sentendolo come una loro creatura) dedicano il loro tempo per far sì che la struttura regga e sia quindi utilizzabile. Sarebbe solo per questi fantastici collaboratori che andrebbe rifatto il centro, che ha una storia lunga e rappresentativa per la nostra città. L’amministrazione non ha più scusanti, non può più nascondersi, perciò esorto il nostro primo cittadino a inviare una comunicazione da cui si evidenzino date per il bando, per l’inizio e la chiusura di lavori, inderogabili. Il tempo è scaduto, la mia pazienza e dell’intero consiglio direttivo che rappresento, anche. Il Real Melegnano ha tutto il diritto di far vivere l’attività e l’aggregazione in una vera struttura e non in un centro da “scappati di casa”. Adesso basta, mi scuso per i toni, ma l’amarezza è troppa

Un cordiale saluto, Giorgio Tagliabue presidente Real Melegnano

Condividi