San Vittore: il carcere apre le porte alle telecamere di MELEGNANO WEB TV

San Vittore: il carcere apre le porte alle telecamere di MELEGNANO WEB TV

Novembre 23, 2023 0 Di Redazione

Le telecamere di Melegnano tv giovedì 23 novembre sono entrate per la prima volta nella
casa Circondariale Francesco Di Cataldo San Vittore a Milano, in occasione dell’evento di
sensibilizzazione per l’eliminazione della violenza contro le donne promosso da Rotary
Club Milano Concordia insieme all’Istituto superiore “Bertarelli-Ferraris” di Milano e
FIDAPA – sezione Mediolanum. Con loro anche le opere del pittore Alberto Mesiano hanno
superato le sbarre del carcere milanese per essere esposte alle pareti dell’istituto
penitenziario, lungo il corridoio centrale che porta ai 5 raggi dove vengono rinchiusi i
detenuti.

I dipinti hanno trasformato il corridoio in una galleria d’arte che ospita quadri di
donne vittime di violenza. Ogni quadro è una storia e ogni storia è frutto del racconto
intimo delle vittime espresso personalmente a Mesiano che, con il suo tratto e i colori
decisi, ha raccontato il dolore di ognuna di loro e per una settimana sarà sotto gli occhi di
tutti i mille detenuti. Di questi 250 sono giovani sotto i 25 anni. Un dato allarmante e in
forte aumento per chi dirige quotidianamente la struttura, una situazione che ancora è
difficile da gestire perché manca il rispetto delle regole, delle istituzioni ma sopratutto il
rispetto per se stessi. Per fortuna, c’è chi, nonostante tutto, riesce a sperare nel
cambiamento anche attraverso la bellezza delle opere d’arte.

 “In carcere, dopo trent’anni di lavoro, ho imparato che esiste la bellezza, perché anche
dietro al peggior uomo siamo stati in grado di valorizzazione ciò che aveva di bello. Il mondo dovrebbe appellarsi a questo concetto e noi iniziamo a farlo nel posto più brutto
che esista. Ho incontrato ladri, stupratori, assassini ma vi assicuro che siamo riusciti a scovare qualcosa di molto bello anche dentro di loro per farli diventare uomini orgogliosi, non perché entrati in carcere ma perché capaci di testimoniare il loro rinsavimento” sono le parole del Direttore del carcere di San Vittore Giacinto Siciliano che verrà premiato dal
Comune di Milano il prossimo 7 dicembre con la Grande Medaglia d’Oro.

Eleonora Marino

Condividi