Il pittore Alberto Mesiano sorprende l’Arcivescovo Delpini con il dipinto “La natività dei poveri”

Il pittore Alberto Mesiano sorprende l’Arcivescovo Delpini con il dipinto “La natività dei poveri”

Gennaio 7, 2024 0 Di Redazione

L’arte del pittore Alberto Mesiano racconta la Natività e sorprende l’Arcivescovo Mario Delpini. Dopo due anni dalla realizzazione del quadro, l’artista di Pantigliate ha deciso di togliere il velo alla “La Natività dei poveri” presentandola all’Arcivescovado di Milano. <Come ogni anno, insieme ai delegati dell’Ucai, Unione Cattolica degli Artisti, ho raggiunto monsignor Delpini per uno scambio di auguri ed è stato in quel momento che, a sua insaputa, gli ho mostrato il quadro> spiega il pittore che ha fatto tesoro delle parole del passato dell’Arcivescovo per trasformale in un’opera d’arte. L’opera “La Natività dei poveri” descrive il sacrificio di tante donne ancor oggi costrette a scappare dalle loro terre per partorite il più lontano possibile dalle guerre. Lo svelamento dell’opera ha scatenato lo stupore dei presenti ma dopo le parole di approvazione dell’Arcivescovo Delpini, quest’ultimo ha spronato il pittore ad andare avanti a raccontare con i dipinti storie vere e di attualità.

<L’Arcivescovo ha riconosciuto la mia opera come sacra che descrive il sacrificio di tante donne ancora oggi, dopo duemila anni, costrette a scappare dalle loro terre come tante Madonne sotto la Croce – spiega Mesiano che nel 2021 fu colpito dal tragico episodio di una donna sbarcata sulle coste della Grecia dove poi ha dato alla luce un figlio – come Maria ha partorito in una stalla quella donna è scappata per cercare un futuro migliore. In questultima opera ho voluto mischiare la religione con il sacrificio delle migranti>.

E’ nato così l’ultimo quadro di Alberto Mesiano, pittore apprezzato a livello nazionale ed internazionale per la sua grande sensibilità con la quale da forma alle tematiche sociali come lamore, il sacro ma anche la guerra e limmigrazione. Reduce da una mostra realizzata all’interno del carcere San Vittore di Milano, il pittore dipinge da sempre storie vere raccontate da testimonianze dirette. La Natività dei poveri”, dopo l’incontro con monsignor Delpini, è stato donato alla Chiesa Santa Margherita di Pantigliate dove verrà esposta nei prossimi giorni. Intanto Mesiano proseguirà il suo lavoro artistico ed esporrà le opere durante le mostre previste per il mese di Marzo.

Eleonora Marino

Condividi