“MAI SOTTOMESSI” a Pantigliate la presentazione del libro di Silvia Sardone

“MAI SOTTOMESSI” a Pantigliate la presentazione del libro di Silvia Sardone

Febbraio 3, 2024 0 Di Redazione

Nonostante le minacce di morte rivolte a lei e ai suoi figli, l’europarlamentare Silvia
Sardone, militante della Lega e consigliera del comune di Milano, prosegue la
presentazione del libro “Mai Sottomessi. Cronache di un’Europa islamizzata”.
Invitata dai consiglieri comunali Luigi Cordella e Anna Bavutti, martedì 30 gennaio
nelle sale del “Bar del Viale” di Viale Risorgimento a Pantigliate, ha incontrato il
pubblico per riflettere sui temi legati all’integrazione della cultura islamica in Italia e
in Europa.

<Sono molto preoccupata per il futuro del nostro paese e per l’Europa
dove si vedono sempre più situazioni che privano la libertà della donna e l’identità
della cultura italiana – spiega al pubblico – a Bruxelles ogni 10 nuovi nati 9 sono di
origine araba e in alcuni quartieri le donne possono passeggiare se interamente
velate> e proprio sulla questione “velo” Sardone prende una posizione ben precisa
<credo fermamente che il velo islamico non sia un simbolo di libertà ma di
sottomissione e nonostante le minacce di morte continuo a portare avanti la mia
battaglia. Se una persona decide di vivere in Italia credo che la cultura di
riferimento debba essere la nostra, non possiamo portare avanti un’immagine di
una donna sottomessa all’uomo che non può amare o studiare>;. Dopo l’intervento
al Parlamento Europeo sulle sue posizioni rispetto al velo islamico e dopo una
manifestazione di fronte ad una moschea abusiva, le minacce di morte da parte
degli utenti musulmani sono aumentate notevolmente tanto da ricevere la scorta.

<Ogni tre mesi raccolgo tutte le minacce di morte ricevute in rete perché affermo la
mancata integrazione da parte delle generazioni musulmane più giovani – e poi
conclude – la preoccupazione per la mia vita e per quella dei miei figli esiste ogni
volta che faccio una presentazione del libro o quando mi espongo sui social ma il
libro contiene molte parole di libertà e di amore. Continuerò a presentarlo ovunque
e non ho paura di chi mi vorrà contestare perché so di avere molti sostenitori>.

Eleonora Marino

Condividi