Muore Romano Puccinelli fondatore della trattoria “LA RUOTA” di San Giuliano Milanese

Muore Romano Puccinelli fondatore della trattoria “LA RUOTA” di San Giuliano Milanese

Febbraio 7, 2024 0 Di Redazione

Imprenditore di successo, visionario ma anche un nonno capace di trasmettere
la sua passione per la ristorazione all’intera famiglia, si è spento all’età di 96
anni Romano Puccinelli. Il fondatore de “La Ruota”, storica trattoria toscana di
San Giuliano Milanese, è venuto a mancare a Chiesina Uzzanese (PI) durante la
notte tra domenica e lunedì. L’imprenditore era conosciuto per il suo successo
imprenditoriale e per aver portato la cucina tipica toscana alle porte di Milano.
Dal 1927 ad oggi è stato in grado di costruire un gruppo solido di strutture
alberghiere tra Toscana, Lombardia e Liguria tutte accumunate dal carattere
famigliare per l’accoglienza e la qualità per la ristorazione. Un lavoro
imprenditoriale possibile grazie all’aiuto della sua adorata moglie Pieretta, dei
due figli Marzia e Massimo e dei quattro nipoti. Tra questi il nipote Lorenzo
Degl’Innocenti, 30 anni, che tutt’ora porta avanti la nota trattoria toscana a
San Giuliano sempre guidato dai valori che nonno Romano gli ha tramandato.


<Nonno fin da piccolo aveva il sogno di portare la cucina tradizionale toscana
alle porte di Milano e ci è riuscito> racconta il nipote <lo ricordo come un
visionario che è riuscito a realizzare il suo sogno ma sempre mantenendo un
carattere umile>. Una storia nata nel 1964 quella della Trattoria La Ruota
quando Puccinelli insieme a nonna Pieretta, entrambi originari di Chiesina
Uzzanese, partirono verso Milano con il sogno di portare la cucina tipica fuori
dai confini toscani: carne “fiorentina” alla brace, crostoni con il lardo e
pappardelle alla selvaggina, sono questi alcuni dei piatti che ancora oggi fanno
parte del menù e che descrivono la trattoria come un locale prestigioso. Nel
corso degli anni i nonni tornarono nel piccolo paese toscano dal quale erano
partiti e lasciarono il locale nelle mani della famiglia. <Oggi, dopo aver studiato
e lavorato all’estero, continuo a portare avanti la tradizione e i valori di questo
ristorante proprio come avrebbe voluto mio nonno – continua il nipote Lorenzo
– è stato capace di trasmettermi il rispetto per il lavoro, per i dipendenti, per i
fornitori ma soprattutto mi ha sprontato a continuare a studiare per restare al
passo con i tempi>.

Eleonora Marino

Condividi