San Zenone al Lambro: il centro destra sostiene la lista “San Zenone Domani” di Massimo Boccardi

San Zenone al Lambro: il centro destra sostiene la lista “San Zenone Domani” di Massimo Boccardi

Maggio 14, 2024 0 Di Redazione

Due assemblee pubbliche e di confronto con una grande affluenza di cittadini quelle organizzate dal candidato sindaco della lista “San Zenone Domani” Massimo Boccardi e dalla sua squadra per incontrare coloro che saranno chiamati al voto per le elezioni amministrative a San Zenone al Lambro. Venerdì sera grande partecipazione per l’arrivo in sala consiliare dell’assessore regionale ai trasporti Franco Lucente e dell’assessore alla sicurezza e protezione civile Romano La Russa. Sabato sera invece, a sostenere la presentazione del programma di Boccardi e della sua squadra c’erano i deputati di Fratelli d’Italia Grazia Di Maggio e Fabio Raimondo, gli europarlamentari della Lega Silvia Sardone e Angelo Ciocca e per l’Udc il coordinatore provinciale Giuseppe Cinelli. In lista con Boccardi anche il presidente del circolo di Fratelli d’Italia Vito Del Giudice.

Maggiore sicurezza in paese e nell’area della stazione ferroviaria e trasporti più efficaci, sono questi i punti salienti del programma elettorale. <I cittadini sono al centro del nostro programma amministrativo con particolare attenzione alle famiglie in difficoltà per le quali intendiamo ridurre la tari fino al 100%. Un occhio di riguardo sarà rivolto ad anziani, disabili e giovani – spiega Boccardi – vogliamo aderire al servizio “navetta del melegnanese” e assumere il terzo agente di Polizia Locale che garantisca maggiore sicurezza in paese. L’impegno che ci prendiamo fin da ora con i residenti nelle frazioni è la costituzione della figura del consigliere delegato che porterà alla giunta le richieste dei residenti>. Il programma prevede anche la riqualificazione del centro sportivo, di un’area libera per praticare sport e di nuovi spazi per le associazioni. <Ci impegneremo nella riqualificazione di Piazza Roma e alla manutenzione del verde, delle aree giochi, del cimitero, delle strade e di tutte le strutture pubbliche oltre alla riorganizzazione della macchina comunale per dare la possibilità di accedere più facilmente agli uffici da parte dei cittadini>.

Eleonora Marino

Condividi